Il Tantrismo – J.L.Bernard

di Jean Louis Bernard

CAPITOLO I

ARCHEOLOGIA DEL TANTRISMO

 

Alcuni osservatori perspicaci hanno osservato che il tantrismo era penetrato in Occidente dopo la guerra 1940-45 e che si diffondeva soprattutto con una sorta di propagazione bocca-orecchio piuttosto che non attraverso i manuali, generalmente privi di valore pratico. Se non esiste una scuola nella stretta accezione del termine è pur vero che si può legittimamente parlare di un movimento tantrico che ha presa su tutti gli ambienti dinamici.

Lo yoga sessuale può essere uno yoga casto, uno dei tanti paradossi del tantrismo. Vi sono tantrika che fanno distinzione tra Via Secca (casta) e Via Umida (non casta) parafrasando il linguaggio dell’alchimia. Il che dà corpo alla graduazione esistente tra sessualità (fenomeno sanguigno e ghiandolare) ed erotismo (fenomeno nervoso e psichico che interviene anche in carenza di eccitazione sessuale). I trovatori della Linguadoca e di Provenza hanno praticato uno yoga sessuale casto che approfondiremo più avanti.

Favole, miti e leggende dell’antico Egitto – E.Brunnet-Traut

a cura di Emma Brunner-Traut

INTRODUZIONE

La lettura del pregevole testo, edito dalla casa editrice Newton&Compton a cura di Emma Brunner-Traut, è una veria leccornia per gli appassionati dell’antichità egizia, per immergersi per qualche tempo nell’appassionante atmosfera della mitologia e della vita quotidiana di questo straordinario popolo. Riportiamo tre capitoli, invitando chi fosse interessato ad acquistare il testo completo.

 

Capitolo 32

La principessa indemoniata

 

Era il tempo di re Ramesse II, che ha i seguenti nomi: Horo, forte toro, con belle corna, solido nel suo regno come Atum; Horo dorato, dal braccio possente, vincitore dall’Arco-dei-nove, re dell’Alto e del Basso Egitto, signore delle due terre; “Weser-Maat-Râ Setep-en Râ”, “figlio carnale di Râ”; “Ramesse Meri-Amon”, amato da Amon-Râ, il signore del trono delle due terre e dell’intera Enneade di Tebe.